Tag

,

Ho deciso di voler omaggiare una delle mie emittenti radiofoniche preferite.
Se qualcuno ancora non lo segue, è il caso si faccia una cultura sintonizzando il proprio stereo sulla frequenza 98.0 dalle 14:00 alle 16:00 per LO ZOO DI 105!

Per mia fortuna, mi ritrovo spesso ad ascoltarli mentre mi dirigo al lavoro e credetemi… iniziare la giornata lavorativa con una mezzoretta di ZOO,  aiuta ad avere un cazzo di sorriso quando l’unica cosa che si desidererebbe è andarsene a Honolulu stesi su un’amaca!

Ma vediamo di capire chi sono questi personaggi che a suon di volgarità e battute ci intrattengono e informano sulle realtà del nostro Paese.

Partiamo dal capobranco, il fondatore di questo programma che vanta il maggior numero di ascolti nella sua fascia oraria, sto parlando di Marco Donatello Mazzoli!

Tipico esemplare masculo fermatosi cerebralmente ai 25 anni di età benché la natura sia fisicamente più crudele con lui.
Egli è il leader, colui che dona uno spazio ai dj più cazzari mai sentiti in radio per sparare le stronzate che in qualsiasi altra emittente sarebbero censurate. Ma badate bene, esistono cazzate e cazzate. Con cinismo e noncuranza, gli stronzi dello zoo sputano sempre gocce di verità che le tanto perbeniste emittenti televisive non vi racconterebbero.
Ideatore di numerosi scherzi telefonici e scenette dalla spiccata insanità mentale, a lui va un grazie per aver messo in piedi baracca e burattini.

Gilberto Penza detto “Gibba” o il maculato!

Lo definirei uno dei fossili del programma, giacché si trovava al fianco di Mazzoli agli albori di questo format.
Lui è il Generale Canaglia, il cattivissimo e il cinico. Colui che per il vostro compleanno, se gli state simpatici vi regalerebbe una Bomba H.
E che in qualche estremo slancio di generosità, potrebbe chiedevi svariati euro per tagliarvi la gola o spezzarvi un braccio. Quel che dico vi sembra senza senso? Direi che sono riuscita nell’intento di spiegarvi questo personaggio!

Ma ora fate attenzione poiché è il momento di Luigi Luciano! (cazzo di nome è?!) o meglio conosciuto come Herbert Ballerina! (ahhh ecco!)

Lui è uno dei miei preferiti, se non IL mio preferito.
Attore di fama internazionale, divo hollywoodiano per cui attori come Bruce Willis o Tom Cruise avrebbero solo da imparare! Egli ha dedicato una lunga carriera al cinema interpretando ruoli di notevole spessore quale “il ragazzo sfigato” in “la villa di lato”. Miglior attore non protagonista e regista della celebre pellicola “L’uomo che non reggeva l’alcol”. Straordinaria  interpretazione di Fernandello nella telenovela “Casa Mariottide”. La lista potrebbe proseguire con numerose altre citazioni, ma termino solo col dire che uno dei suoi ultimi successi è rappresentato dal personaggio Franco Santoro nel celeberrimo scherzo telefonico più lungo della storia in Alan in Love.
Le sue notevoli capacità comiche gli hanno conferito la nomea di Gran Maestro della Gheggheria.
Fra le più celebri battute troviamo : “sapete qual è l’attore che fa arti marziali al computer?  Jackie Chat!”
Oppure: “Sai come si chiama l’attrice del sud? Charlize Theron!”
Insomma per fare indigestione di battute, cliccate sulla pagina facebook http://www.facebook.com/pages/LE-ESILARANTI-BATTUTE-DI-HERBERT-BALLERINA/254248041253362

Che altro dire.. Grande Maestro, io VIVO per Lei!

Ma ora scostiamoci un momento dal rachitico Herbert per introdurre un altro elemento che tutto ha meno che del rachitico.
Sto parlando di Alan Caligiuri! Detto anche volgarmente “Il Nano”.

Egli soffre di una rara malattia che lo rende sesso dipendente, facendolo sembrare nell’aspetto e nel carattere un satiro della mitologia greca. Per lui non esistono donne belle o brutte.. esistono le donne! Lo troverete spesso, infatti, ritratto in svariate foto con ragazze sempre diverse. Come faccia ad accalappiarne così tante resta un mistero per cui anche l’omonima trasmissione sta prendendo in esame di farci una puntata.
Sta di fatto che con semplicità porta il marchio del latin lover all’interno dello studio.
Si diletta come artista Instagram fotografando dettagli di cui non interessa niente a nessuno, ma noi lo amiamo così com’è.

La sua naturale predisposizione a spruzzare, gli ha procurato uno spazio all’interno del programma intitolato “Alan in Love”. Fintosi un nonnetto di all’incirca 70 anni, egli ha sedotto in 7 mesi (periodo approssimativo, poiché tale seduzione è ancora in atto) una vecchiarda veronese coetanea, la quale sembra avere in comune col nano la ninfomania.
Ridere prendendola per il culo è stato bello, ma.. Alan, riuscirai per la prima volta a dir di no a una “sborrrrrata” detto in stile zoo?
Questo lo staremo a vedere prossimamente a Jesolo, luogo in cui avverrà il loro secondo incontro dal vivo. Nel frattempo… tanti auguri Alan, grazie a te un nuovo capitolo della storia radiofonica sta per essere scritto! Un curriculone mica da scherzo 😉
(A questo nano bastardo và anche il mio personale affetto, perchè nonostante il suo non sia un personaggio ma la realtà, vanta  umiltà e disponibilità. Ha letto infatti questo articolo e il suo commento è stato “ma il più bello è quello del gran maestro!” ….invidiosone!)

Vi parlerò ora dell’uomo che all’interno di quel manipolo di deficienti mi sta più sulle balle.
Ivo Avido! Che senso ha quell’uomo? Che nervi quando viene al lavoro 1 giorno su 452!

E’ l’uomo dalla scusa pronta e il paraculato che riesce a vendere una casa a Milano che non comprerebbe nessuno a gente russa, giusto perché non sanno a cosa vanno in contro.
Egli è noto anche per l’interpretazione di Crusca in “Casa Mariottide”. Che nervi che mi dà anche lì!
Gli voglio giusto un po’ di bene solo perché fa parte dello Zoo.

Ma a proposito di Casa Mariottide! E’ importante ricordare il notevole lavoro e interpretazione di ruoli donato dal mitico Maccio Capatonda!

La sua nomea è così famosa che non serve nemmeno io stia a raccontarvela.
Non sapete chi è ? Minchia, ma dove vivete? Cliccate su Youtube il suo nome e fatevi una cultura 😉

Queste sono le principali voci che rallegreranno i vostri pomeriggi con scherzi telefonici, scenette di dubbio gusto ma dalle grasse risate e dibattiti di attualità.

Non voglio tuttavia dimenticare Dj Spyne e Pippo Palmieri che stanno in regia!

Essi hanno un ruolo dietro le quinte, di conseguenza hanno meno “visibilità” rispetto agli altri, ma restano comunque degli stronzi a pari merito dei loro colleghi! 😉

Un saluto particolare vorrei riserbare a Fabrizio Cerutti in arte Peto. Senza la sua voce , ascoltare lo Zoo non sarebbe la stessa cosa!

Che dire, potreste non ascoltare una radio con dei conduttori così !?



Annunci